5 speakers per I5 minuti ciascuno

 

Jacopo Foggini

Dalle macchine alle mani

JACOPO FOGGINI, si definisce un esploratore che percorre l’arte e il design, superando i limiti imposti dalla convenzionalità delle discipline. La capacità evocativa delle sue opere combina armoniosamente una raffinata sensibilità poetica con il rivoluzionario uso in ambito artistico di un comunissimo materiale, normalmente utilizzato per produrre i catarifrangenti delle automobili: il metacrilato. Dopo l’esordio nel 1997, con un’installazione nello spazio di Romeo Gigli, le tappe della carriera di Jacopo Foggini sono state segnate anche dall’apertura della sua galleria personale, dalla realizzazione di un libro dedicato alla sua produzione artistica e dall’inserimento delle sue sculture luminose nelle collezioni permanenti di prestigiose istituzioni, quali l’Haus der Musik di Vienna, il Museum of Decorative Arts di Montreal e il Gandhi Museum di Nuova Delhi. Negli ultimi anni le sue creazioni di luce sono state esposte in più di sessanta occasioni presso gallerie e spazi espositivi di tutto il mondo. In occasione del FuoriSalone 2008, ha realizzato Ofigea, una scultura per l’evento di Interni GreenEnergyDesign: un serpente luminoso lungo 55 metri. Al FuoriSalone 2009 ha presentato (Re)fuse, un’opera fatta di scarti di laboratorio, una sorta di grande auto-ready made composta di residui di resina metacrilica. Nel 2010 ha realizzato per Edra il tavolo Capriccio e per il FuoriSalone, in occasione della manifestazione Interni Think Tank ha creato Golden Fleece, un vello d’oro di quasi 200 mq. Nel 2011 Foggini è presente al FuoriSalone con Twentyfivethousandcoffee, un candeliere composto da 25.000 capsule di caffè alto 6 m con diametro di 3 m, realizzato per il 25° anniversario di Nespresso. Per Edra, nell’ambito della collezione Edra in Wonderland, presenta invece la poltroncina da interno ed esterno Alice, realizzata mediante colatura di fili di policarbonato che generano una forma autoportante. Lo stesso anno, partecipa alla Moscow Design Week con Matrioska Super Hero una rielaborazione del simbolo dell’arte russa per eccellenza inserito in un mosaico sferico di metacrilato di 6 metri di diametro che rievoca la maestosità e la sacralità delle vetrate delle cattedrali gotiche. In occasione dell’edizione 2013 del Salone del Mobile, la Triennale di Milano presenta Matrioska super hero che, in cima alla scala elicoidale, diventa un magnete per gli sguardi, una monumentale opera luminosa contemplativa e di culto in chiave artistico-futuristica. Nel 2014 prosegue la collaborazione con Edra che presenterà al Salone del Mobile Gina, la sedia in policarbonato nelle versioni oro, blu, verde e rosso. Nel corso della Design Week milanese parteciperà all’evento curato da Rossana Orlandi al Museo Bagatti Valsecchi con la nuova collezione di Candelieri inediti e la sedia Gina. Nella stessa occasione Foggini presenterà un’istallazione realizzata per la celebre casa di moda francese Vionnet. Foggini da anni collabora con alcuni dei più importanti studi di architettura per la realizzazione di progetti su scala nazionale e internazionale. Le sue opere sono progettate per architetture, alberghi, musei, spazi espositivi, residenze private e spazi pubblici. Tra i lavori più significativi: l’Hotel Hilton di Barcellona, l’hotel Nhow di Milano, il Side Hotel di Amburgo, il Grand Hotel Principi di Piemonte di Sestriere, l’Hotel Riad Enija di Marrakech, il W hotel di San Pietroburgo, i “Vapiano” restaurants, il nuovo showroom Bentley di Milano, le boutiques di Pomellato situate nelle principali città del mondo, il negozio Bisazza di New York, oltre alle prestigiose sedi di benessere e relax quali le Terme di Merano e lo Sharq Villane & Spa di Doha (Quatar). Attualmente è inoltre impegnato in vari progetti in Francia, Germania, Spagna, Portogallo, nel Medio Oriente, in Giappone, in Russia, in Cina e negli Stati Uniti.

Featured videos